mercoledì 28 ottobre 2020

Semifreddo (o parfait?) di castagne e cachi, senza uova

 




Era da qualche giorno che ci pensavo, guardando questi colori autunnali.
Me lo immaginavo sul palato.
Ho provato a mescolare così, di fantasia, perchè le ricette che trovo hanno sempre troppo di tutto...


per 4 persone:


200 gr castagne lessate e sbucciate

50 gr di zucchero canna integrale (il mio era ‘muscovado’, di cui amo l’aroma)

1 cucchiaio di miele 

1 cucchiaino di farina di semi di carruba* 

2 cucchiai di rum 

250 ml panna liquida 



Tritare finemente  le castagne con lo zucchero (io col Bimby, altrimenti potete usare un passaverdura per le castagne e unire in un secondo tempo lo zucchero purché reso a velo)

Unire il miele, la farina di semi di carruba] (addensante, per evitare di metterci l’uovo e appesantirlo ulteriormente, ma credo si potrebbe anche tralasciare o optare, per chi preferisce, per colla di pesce o agar agar)

Montare la panna e unire delicatamente i due composti, mescolando bene.

Versare in formine monoporzione (le mie sono di silicone) e riporre in freezer almeno per cinque ore.


Sformare e servire con una coulis di caco ottenuta semplicemente frullando la polpa del frutto (senza buccia!) con qualche goccia di limone.

Decorare a piacere con riccioli di cioccolata fondente e nocciole tostate.

Non so come chiamarlo. Semifreddo, parfait, dolce al cucchiaio?





* Fate attenzione a non confonderla con la farina di carruba, usata talvolta in sostituzione al cacao.
Quella utilizzata qui, la farina di semi di carruba, serve come addensante, stabilizzante
ed emulsionante nella preparazione di dolci, gelati, budini, ecc.







Nessun commento:

Posta un commento