lunedì 15 marzo 2010

Orange muffins: senza uova, burro, zucchero

Continuano gli esperimenti dolci senza zucchero (vedi qui per i pochi che ancora non sanno che la mia scelta non è per questioni caloriche).
Non ho inventato niente di nuovo visto che sono semplici muffins, ma il bello è che sono riusciti mordidi morbidi e profumatissimi, pur mancando un bel po' delle solite cose che paiono irrinunciabili in un dolce.
So che siete scettici, ma qui noi ce li siamo spazzolati tutti e 9 a merenda e i presenti hanno voluto la ricetta.
Per gli irriducibili golosoni, possono essere serviti con marmellata di arance (senza zucchero, che ve lo dico a fare?).



200 gr di carote pelate
20 gr di zenzero fresco pelato
la buccia di un'arancia non trattata
mezza arancia sbucciata (non occorre sia pelata a vivo)
100 gr di olio di mais bio (o d'oliva evo bio leggero)
100 gr succo d'agave (o malto di riso - non di orzo, please, che è poco dolce e anzi amarognolo - o sciroppo di acero)
200 gr di farina (metà bianca e metà integrale)
un cucchiaio di zenzero candito a dadini (facoltativo)
mezzo cucchiaio di polvere di arancia secca (facoltativo)
una bustina di cremortartaro
un pizzico di sale

Nel mixer mettere le carote a grossi pezzi, con la buccia dell'arancia (prelevata con il pelapatate e quindi privata dell'albèdo), l'olio, lo zenzero intero, il succo d'agave, e la mezza arancia a spicchi.
Frullare finemente a crema.
A parte unire le due farine, il sale, il lievito, lo zenzero e la rimanente buccia.
Mescolare il composto asciutto con la crema arancione, mescolando poco e molto adagio (come per unire gli albumi) senza curarsi se gli ingredienti non sono amalgamati bene e rimangono grumi. Sono sufficienti 10 girate di mestolo circa, dice la leggenda. (Se l'impasto viene invece mescolato eccessivamente, si sviluppa troppo il glutine della farina e si ottengono muffins duri e gommosi con alveolatura disomogenea)
Decorare a piacere con frutta secca (semini di sesamo nero, mandorle a lamelle, nocciole tostate, semi di papavero, ecc.).
Riempire per 2/3 i pirottini di carta o di alluminio e cuocere in forno per 20-25 min a 175°.




lo gnometto porta la merenda a Giacomo




21 commenti:

  1. Ma che belli! E, mi sa, anche che buoni! ...Non sono ancora partita con i dolci macro... continuo a leggere le ricette e non mi decido! Il primo passo è sempre il più difficile...
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  2. Fantastico!
    Ho tutto nella dispensa :-) Lì proverò senz'altro perchè con le carote non l'ho mai fatti come pure senza lo zucchero e le uova! :-)

    Baci

    RispondiElimina
  3. per ora ho provato solo i cake salati senza uova, per i dolci sto ancora sperimentando riducendo poco alla volta. prima o poi proverò anche questi.

    RispondiElimina
  4. Per una muffins maniaca come me questi muffins "senza" son da provare!!!...senza burro e zucchero li avevo già fatti, per una mia amica a dieta che voleva un dolcetto leggero a colazione...mi manca togliere le uova....proverò!:)
    bravissima!:)

    RispondiElimina
  5. Oddio che bellino lo gnometto! Troppo adorabile!!! Ps : ovvio che i muffin sn da invidia!

    RispondiElimina
  6. mi piace quello che ci hai messo dentro! e mi piacciono cartoncini muffinoni! ho lo sciroppo di agave e l'acero. ho anche il malto. farò un mix. e le uvette puoi mangiarle? e le scorze d'arancia candite?

    RispondiElimina
  7. Devo assolutamente provarli... anche se il rapporto con i muffin non é dei migliori.. bacio enorme

    RispondiElimina
  8. Ho sbirciato spesso questo delizioso blog ma, non avevo(mannaggia) lasciato commenti..Ora mi paleso facendo una hola per questi muffin deliziosi!SOno in linea con il mio modo di concepire l'alimentazione(benchè non sia talebana e da me trovi piatti non macro).da tempo non faccio i muffin, li proverò!Intanto ti aggiungo alla mia blogroll.Buona giornata!
    saretta

    RispondiElimina
  9. ...No vabbè Cobrizo, non ce la posso fare!!! :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Cris: allora inizia da questi, prima che le arance finiscano!
    a te, un abbraccio arancione! ;-)

    Carla: e allora cosa aspetti? ;-)

    A.o.: yuupp!

    Giò: buttati, sei pronta!

    Terry: in mano tua non potranno che migliorare! ;-)

    Valina: non trovi sia un po' kitsch? ;-) è una delle scemenze che inevitabilmente ti riempiono la casa quando hai un bambino...

    Silvia: non ho mai mescolato i tre. secondo me l'acero cambia un po' il sapore in questo caso.
    uvette sì, canditi con lo zucchero meno... ma saranno due canditi un macro problema? ;-))

    Cuoca Pastic: mescolali poco e vedrai che cambierai idea...

    Saretta: grazie. mi fai diventare... arancione! ;-))
    anch'io non amo gli estremismi...

    Ballerina: su su, carta e matita e un Rond de jambe... et voilà! ;-))

    RispondiElimina
  11. mi manca il succo d'agave! e quello d'acero, di riso….non posso farli subito mannaggina !

    RispondiElimina
  12. Devo assolutamente riprodurli!!!
    Sono bellissimissimi e sicuramente golosi!!!

    RispondiElimina
  13. sembrano fantastici, me la segno subito,,bravissima!

    RispondiElimina
  14. hiiii che sciccheria! Carotezenzeroarancia mi piace, mi piace, mi piace!

    RispondiElimina
  15. Mi hai troppo incuriosita con questi muffin! Poi lo gnometto è fantastico ;-)

    RispondiElimina
  16. gnometto e muffin! giacomo felice!

    RispondiElimina
  17. Per quanto mi riguarda sono certa che siano buonissimi ^_^
    Faccio spesso dolci "senza" e non hanno nulla da invidiare a quelli classici.
    Basta solo un po' di pratica :)
    E poi che belo colore!!!

    RispondiElimina
  18. Fatti! Proprio oggi! E buoni buoni...
    Però, rispetto ai tuoi, il mio impasto era più molle... la prossima volta metto un po' meno olio (ho usato quello di girasole) e un po' meno succo d'acero... C'è un buon profumo di arancia in tutta la casa. Ci tenevo a dirtelo :-) Grazie!

    RispondiElimina
  19. Ciao,

    Anche questi muffins sono orientati al senza senza.

    Belli, colorati e, son certa buoni!!!!

    Come abbiam fatto a non incrociarci sabato alle cascine orsine???? Mi spiace un sacco. Ma se sei di Milano ci andiam a far spesa insieme una volta. Così recuperiamo!!!

    Un saluto

    Irene Binaghi

    RispondiElimina
  20. grazie a tutte voi.

    in particolare
    Cris: sì, secondo me si può ridurre e anzi ci guadagni.

    Irene: non sono di milano, ma di belluno. peccato sì... la spesa settimanale lì è un'utopia. ;-) comunque uso regolarmente quel riso ugualmente da anni ;-))
    ci sarà un'altra occasione?

    RispondiElimina