lunedì 10 novembre 2008

L'ultimo volo


Ho qui il quadro che stavo preparando per te.
Aspettava, aspettavo... non so bene cosa. Tempo, ispirazione, calma...
Pensavo magari di riuscire a finirlo questo mese perchè tu lo potessi avere a natale.

Ora tu non ci sei più.

E forse io, ora, non so neppure riprodurre più l'azzurro dei tuoi occhi su un pezzetto di carta.
E' troppo tardi. Quell'azzurro si è già stemperato nel cielo...







11 commenti:

  1. nessuna parola adatta. un abbraccio col pensiero.

    RispondiElimina
  2. sono senza parole...anche io, posso solo mandarti un abbraccio da lontano, ma ti assicuro che e' stretto stretto, e che il mio pensiero per quelle persone e' vivissimo.

    RispondiElimina
  3. sembra che ogni parole sia di troppo ti voglio solo fare i complimenti

    RispondiElimina
  4. Cosa si può dire di fronte a una persona che soffre, di fronte a una mancanza improvvisa?
    Io ci sono, se vuoi. Ci sono e ti tengo la mano.

    RispondiElimina
  5. un abbraccio forte
    Maite

    RispondiElimina
  6. cara cobrizo, parla un po' con noi, ti farà bene.

    RispondiElimina
  7. eccomi qua. il dolore fisico si è fuso a quello per quanto accaduto. prima non avevo neppure più parole, poi per giorni non ho neppure più trovato un po' di tempo per articolarle.
    ora però sono intenerita dal vostro pensiero...
    ;-)
    grazie!

    RispondiElimina