martedì 3 novembre 2009

Tiramisù di cachi?



Ma sì, chiamiamolo tiramisù, giusto per intenderci e perchè questo nome ha sempre quest'effetto irresistibilmente taumaturgico, ma in effetti del tiramisù, alla fine, avrà solo la consistenza cremosa, visto che non c'è il Principe Mascarpone.
Inoltre, essendoci a cena pure alcuni bimbi, la mia versione è senza caffeina.

(per 8 persone)
Sbuccio 4 cachi piccolini e li cuocio un paio di minuti sul fuoco dolce (questo per riscaldare un po' energicamente la frutta che altrimenti cruda sarebbe troppo ying, ma su questo non vi tedio oltre... (eventualmente guardate qui) con i semini prelevati da un bacello di vaniglia.
Una volta raffreddati li frullo con 275 gr di silk tofu (quello cremoso, che si chiama kinugoshi), 4 cucchiai di malto di riso e un po' di buccia d'arancia. (l'ho provato anche col succo d'agave al posto del malto e con gocce di cioccolato fondente al posto dell'arancia)
Preparo una tazza di caffè d'orzo (fatto con latte di riso o acqua, caffè solubile d'orzo e un cucchiaio di malto) e lascio raffreddare. Quindi vi intingo 12 savoiardi (i miei senza zucchero o fette biscottate), ciascuno tagliato a metà.
In ogni tazzina pongo 3 mezzi savoiardi e copro con la crema.
Lascio riposare in frigo tutto il pomeriggio.
Spolvero con cacao.




Non ci fossero stati bambini avrei azzardato altri aromi e forse una nota alcolica...
Se ci provate voi, sappiatemi dire.



ps: un pensiero va a Francesca e la sua raccolta di ricette di tiramisù a cui avrei voluto dedicare questo dessert, anche se purtroppo sono arrivata in ritardo. Basta l'idea, no?

16 commenti:

  1. sono estasiata! questa proprio nn me l'aspettavo :-) bellissima idea, fantastiche foto!!!!!

    RispondiElimina
  2. Vermante interessante...! il mio compagno adora smisuratamente i cachi e và matto per il mio tiramisù. Questo potrebbe essere un connubio a dir poco esplosivo! :-)
    L.

    RispondiElimina
  3. ma che bontà!! abbinmento unico! la mia bimba adora i cachi, proverò a farli appena però trovo quelli buoni e puliti della campagna della mamma.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  4. wow!!! Complimenti.. la ricetta sembra eccezionale!
    Io adoro i cachi... l'unica cosa è che non mi piace molto il tofu... il tofu di cui parli tu è quel formaggio che intendo io? Che dici.. potrei sostituirlo con qualcos'altro?
    :-)

    RispondiElimina
  5. mi sembra una magnifica, bellissima idea. confesso subito che non le seguirei alla lettera, ma penso che la proverò.

    RispondiElimina
  6. grazie Babs! per tutto... ;-)

    Fastidiosa: e allora preparati!!! ;-D
    ps: arrivato niente?

    Kosenrufu: il tuo avrà una marcia in più sicuramente!

    Chiara: io intendo quello cremoso, non quello a panetti. ha un gusto molto neutro e bene si presta a creme e dessert.
    non aspettarti da me che ti dica di usare il mascarpone! ;-DD

    Arcomina: è solo una pulce nell'orecchio...
    il resto, fate vobis! ;-)
    ma poi raccontatemi, eh...

    RispondiElimina
  7. ah... ma allora è diverso!
    Abbasso il mascarpone!
    Appena troverò dei buoni cachi... :-)
    slurp!

    RispondiElimina
  8. Chiara: questa sera ho fatto una versione della crema senza tofu! solo cachi (2) un mandarino, buccia di arancia, succo di limone (1/2) e qualche grano di pepe di sechuan (ho scoperto che si chiama anche fagara, nuova questa!). tutto frullato finemente e raddensato con un po' di kuzu.
    non necessitava neppure di essere dolcificata da quanto erano buoni i cachi.
    quindi in coppette o come si preferisce...

    RispondiElimina
  9. Mammamia che bontà! Poi le foto...Che dire? Sono esterrefatta!!!
    Un tiramisù non tiramisù (insomma non ha niente di quello classico) ma sicuramente buonissimo e dietetico ;)

    Ecco e poi so cosa farmene di una parte di cachi che produce in quantità industriale la mia piantaaaaa....

    RispondiElimina
  10. Spighetta: diciamolo, di classico del resto abbiam ben poco, eh? ;-)
    sono certa che apporterai qualche modifica ad hoc! fammi sapere

    RispondiElimina
  11. mi attira assai questa cosa.. a parte una seria difficoltà a trovar ingredienti , e i sostituitivi senza glutine..
    i cachi, giusto quelli! ;)

    RispondiElimina
  12. Ninetta: meno c'è e più ci s'inventa, no? a me almeno funziona così! ;-)

    RispondiElimina
  13. cobrizo tu mi tenti!!!
    Proverò la tua ricetta al più presto... chissà, magari riesco a convertire il mio compagno che odia i cachi ma adora i tiramisù!!

    RispondiElimina
  14. Luce: secondo me riuscirai ad incuriosirlo, a patto però che non si aspetti di mangiare il tiramisù canonico! fammi sapere.

    RispondiElimina
  15. Adoro questo dessert, è una creazione deliziosa e light....apprezzo molto. Adesso vado a leggermi meglio la storia della frutta con troppo yin, un abbraccio forte Cara, a presto:)
    pat

    RispondiElimina
  16. qui l'inventiva la fa da padrone, ho tanti alberi di cachi di fronte casa e saprò cosa farci appena maturi ^_^

    RispondiElimina