sabato 18 agosto 2012

Timballo di melanzane e cous cous


Pensiate sia così matta, con questo caldo, da star a friggere le melanzane o mi sciolga sui fornelli per farle alla griglia?
No, certo che no.
Lo chiamo timballo perchè vi ho sperimentato un nuovo uso del couscous e solitamente questo termine prevede proprio preparazioni che includono spesso anche pasta al loro interno.
Altrimenti cambiategli voi il nome: la sostanza non cambia. ;-)





Fondamentale è la bontà della verdura, visto che non c'è formaggio a coprire i sapori.

800 gr ca di melanzane (le mie del tipo "graffiti")
[ p.s.: l'ho rifatto pure sostituendo le melanzane con zucchine, senza neppure la pre-salatura ed il pesto, ma utilizzando erbe aromatiche dell'orto ]
450 gr ca di passata di pomodoro fresco
3 grossi cipollotti freschi (300 gr ca.)
una tazzina di pesto di basilico fatto da me (solo basilico+pinoli+aglio+olio)
250 gr di cous cous (questa volta il mio era integrale, di orzo, ma andrà bene ovviamente il cous cous classico di semola oppure, se necessario, con quello di mais/riso risulterà pure glutenfree)
lievito alimentare* (opzionale)
pane grattugiato (da omettere per una versione glutenfree)
sale, peperoncino q.b.
erbe aromatiche a piacere


Le ho tagliate a fette tonde alte circa 3-4 mm con la mandolina. Le ho salate e messe sotto un peso a spurgare per qualche ora.
Intanto ho preparato un sugo semplice con olio, le cipolle tagliate a spicchi sottili e la passata fresca, con sale e peperoncino q.b. (potrete aggiungervi gli odori e le erbe che più preferite e non preoccupatevi se rimane liquido!).
Ho oliato quindi una teglia di ceramica.
Ho disposto uno strato di melanzane, qualche tocco di pesto; poi ho sparso qualche cucchiaiata di cous cous (crudo!) e infine ho coperto con la passata che, anche se liquida, meglio sarà assorbita.
Ho proseguito così a strati alterni, fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con uno strato di melanzane leggermente condite di sugo (e appena un tocco di cous cous per dare una nota croccante sulla crosta superiore).
Un filo d'olio, un po' di lievito a scaglie e di pane grattugiato.
In forno a 180° per 45 min ca.
A seconda del vostro forno, cuocete magari coperto con alluminio sin verso la fine e poi passatelo sotto il grill.

In piccole porzioni come antipasto o come primo od unico piatto, migliora ancor più col riposo e regge benissimo anche il giorno dopo, per i vostri picnic o le ultime grigliate di fine estate.


Se questa ricetta ti è piaciuta guarda anche questa versione!

* il lievito alimentare si distingue dal normale lievito di birra per panificazione per essere costituito da cellule della specie Saccharomycies cerevisiae idoneamente essiccate e prive di effetto fermentativo. Viene prodotto in modo naturale su colture di melassa.


14 commenti:

  1. deliiiiiiiiiiiiciooous!
    Questa te la copio oggi stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cri :-) allora poi fammi sapere come ti sembra.

      Elimina
  2. che aria invitante! proprio perfetto per l'estate!

    volevo complimentarmi per il blog, è da un po' che lo seguo con piacere e ho già preso spunto da altre tue ricette, tutte buonissime!

    anch'io da pochissimo ho un blog di cucina, passa a visitarlo se ti va!
    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Michela. mi fa davvero piacere.
      ora vengo a vedere. ti va di partecipare a Salutiamoci?

      Elimina
    2. Fantastica idea....stavo pensando di partecipare a salutiamoci...come. devo fare??

      Elimina
    3. La sfida consiste nel cucinare qualcosa di buono, bello e soprattutto sano, alla scoperta di nuovi ingredienti nel rispetto della loro stagionalità, approfondendo la conoscenza del rapporto tra cibo e salute, ed evitando soprattutto facili scorciatoie industriali o scelte che prediligano solo l'occhio o il palato senza tener conto della salubrità nel lungo termine.
      All'iniziativa puoi partecipare quando vuoi, con una o più ricette, in libertà, anche se non possiedi un blog, grazie al blog ospitante del mese e/o puoi anche concordare con noi un ingrediente ed ospitare per un mese l'iniziativa nel tuo blog.
      Non si vincono premi, non ci sono gare, non ci sono sponsor. A fine mese si fa semplicemente la raccolta delle ricette.

      L'unico dictat è l'obbligo a seguire le indicazioni di una tabella di ingredienti.
      (leggi i dettagli in questi post:
      http://cobrizoperla.blogspot.it/search/label/salutiamoci )

      Se possiedi un blog:
      - preleva il logo della mela
      - posta la ricetta (realizzata secondo la tabella) nel tuo blog
      - per riconoscibilità riporta nel tuo post il logo stesso e il rimando all'iniziativa del mese;
      - quindi linka la tua ricetta tra i commenti del post del blog che ospita l'ingrediente per quel mese per permetterci di non disperdere le ricette.

      Se non possiedi un blog:
      scrivi direttamente una mail al titolare del blog che ospita l'ingrediente per quel mese cosicché lo stesso possa avere il piacere di unire la tua ricetta alla raccolta mensile (purchè realizzata secondo la tabella)

      Ti aspettiamo! ;-)

      Elimina
  3. Mi piace molto l'idea di utilizzare melanzane e cous cous crudi, così da evitare di accendere i fuochi, oltre al forno. E il gusto è sicuramente appetitoso. Quando preparo le melanzane al forno (tipo parmigiana) le griglio sempre prima di infornarle, ma proverò ad usarle crude la prossima volta. Un abbraccio, Cat

    RispondiElimina
  4. è meraviglioso .....oltre ad essere geniale è pure gustosissimo.....niente da fare...si mette in lista fra i desideri da preparare :)

    RispondiElimina
  5. Bello bello bello e, ci scommetto la testa, buonissimo!!! Immagino sia molto saporito e poi è pure sano! Che brava!!!

    RispondiElimina
  6. mia mamma prepara la parmigiana in questo modo, senza friggere le melanzane ed é buonissima, ovviamente non ha avuto la genialità del couscous che trovo superbamente invitante...m'hai fatto venire una voglia!!!!

    ps: cara segretaria perché non le si "fragano" le fiche ricette, lei dovrebbe stare al suo posto di lavoro invece che in cucina ad inventare ricette da far perdere la testa ehhh!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le mamme la sanno sempre lunga... e pensa le mamme segretarie!... :-DD

      Elimina
  7. Roberta è un'idea davvero bellissima che, credo proverò, passato Lucifero!;)
    Bacione

    RispondiElimina
  8. l'ho provata, è favolosa!! grazie mille per le tue ricette, mi tornano sempre molto utili, sono genuine e strabuone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jò. mi fa davvero tanto piacere!

      Elimina